anemic

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

BEATE

E-mail Stampa PDF

BEATE


Regia: Samad Zarmadili. Sceneggiatura: Antonio Cecchi, Gianni Gatti, Salvatore Maira. Fotografia: Cristiano Natalucci. Musica: Francesco De Luca, Alessandro Forti. Interpreti: Donatella Finocchiaro, Paolo Pierobon, Maria Roveran, Lucia Sardo, Cristina Chinaglia, Orsetta Borghero, Eleonora Panizzo, Licia Navarrini, Lucia Grande. Italia 2018; colore; 95 minuti.


Le operaie di una fabbrica del Nordest, che produce lingerie, stanno per essere licenziate. Poco lontano un pugno di suore, abili nell’arte del ricamo e devote alla Beata Armida, rischiano di essere allontanate dall’amato convento. Per opporsi a un destino già segnato operaie e suore si inventano un “businness” fuori dalle regole. Ma per salvare corpi e anime di tutte, serve forse un miracolo. Su un fronte le bellicose operaie di una fabbrica a rischio di chiusura, dall’altro le operose suorine di un ordine minore. Girato nel Polesine, fra Porto Tolle, Adria, Fratta, in provincia di Rovigo, Beate segna l’esordio alla regia dell’italo iraniano Samad Zarmandili, e affronta il tema del lavoro, fra precariato e rischio licenziamento, da un’ottica originale, in equilibrio fra serietà e comicità, impegno e disimpegno, l’abbraccio imprevisto fra sacro e profano in versione femminile, per una coralità di intenti e un obiettivo comune. Fra le protagoniste, accanto a Donatella Finocchiaro e Lucia Sardo, spicca Maria Roveran, attrice e cantautrice veneta, già ammirata in teatro nell’Opera da tre soldi di Brecht diretta da Damiano Michieletto e al cinema in Questi giorni di Giuseppe Piccioni; qui è Suor Caterina, una giovane monaca sensibile e goffa che si trova a dover affrontare una vicenda complicata e che tra fede e timori riuscirà a compiere un percorso importante per se stessa e per il futuro delle proprie consorelle. Un film sul lavoro e la perdita del lavoro, tematica calda e irrinunciabile, ma anche un film inedito e corale sulla solidarietà tra donne, altra tematica particolarmente sensibile di questi tempi. Il film arriva in anteprima a Firenze, dopo l’uscita di aprile al Bari International Film Festival.

Trailer