anemic

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri

IL VEGETALE

E-mail Stampa PDF

IL VEGETALE


Regia, sceneggiatura: Gennaro Nunziante. Musica: Giancarlo Russo. Interpreti: Fabio Rovazzi, Luca Zingaretti, Ninni Bruschetta, Paola Calliari, Rosy Franzese, Matteo Reza Azchirvani, Alessio Giannone, Barbara D’Urso. Italia 2018; colore; 90 minuti.


Scritto e diretto da Gennaro Nunziante (regista dei record al botteghino di Checco Zalone), il film ha per protagonista il giovane Fabio (Rovazzi), un 24enne orfano di madre, alle prese con un padre ingombrante e una sorellina capricciosa e viziata che lo considerano un buono a nulla: come dire un “vegetale”. Appunto. Neolaureato in Scienza della comunicazione (ultima, prestigiosa frontiera del precariato intellettuale), in cerca di un impiego, il nostro Fabio vive nella Milano “con vista sul futuro”. Quale futuro? Il bamboccione cerca equilibrio fra ragione di stato (sociale) e motivazioni di carattere (personale), progetti e precetti, principi e priorità. Il gioco della sopravvivenza al tempo del delirio e del disagio nel compromesso “Sistema Italia”. Fabio ci crede, l’amico collega di smarrimento, il pugliese Nicola, fatalisticamente si accontenta di fare il fattorino per un ristorante giapponese. Fra un colloquio e uno stage, un nuovo orizzonte si profila. Tutto si rimette in discussione. La vita è a una svolta. Sarà per il nostro “vegetale” l’inizio di una brillante carriera? Il debutto sulla ribalta (dis)occupazionale del Belpaese (dimentichiamoci la professione), critica e malmessa, pericolante e terremotata, ha toni da commedia mordi e pensa, situazioni comiche e trovate paradossali incalzano il protagonista, Fabio Rovazzi qui in veste di attore (all’esordio) e non di creatore di tormentoni web intergenerazionali (“Andiamo a comandare”, “Tutto molto interessante”), youtuber, fenomeno virale e disco di platino. “Il film- dice Nunziante – sfrutta la naturale comicità di Rovazzi e la sua fisicità, e allo stesso tempo vuole offrire spunti su temi oggi cruciali come il senso della comunità e quello della giustizia sociale”.

Trailer