anemic

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
giovedì 29 Ciak sul lavoro, invito SPAGHETTI STORY
Oggetto: giovedì 29 Ciak sul lavoro, invito SPAGHETTI STORY
Data invio: 2014-05-29 01:28:26
Invio #: 26
Contenuto:

.associazione Anémic


1

Caro/a amico/a

giovedì 29 maggio, ore 21, presso l'Auditorium Stensen (Viale Don Minzoni 25, Firenze) ultimo appuntamento per la Rassegna Cinematografica Ciak sul lavoro - il lavoro si rappresenta con la proiezione del film SPAGHETTI STORY alla presenza del regista Ciro De Caro.

In allegato INVITO PER INGRESSO GRATUITO per 2 persone

Ti aspettiamo
Associazione Anémic


Scheda del film

SPAGHETTI STORY
Regia: Ciro De Caro. Sceneggiatura: C. De Caro, Rossella D’Andrea. Fotografia: Davide Manca. Musica: Francesco D’Andrea. Interpreti: Valerio Di Benedetto, Cristian Di Sante, Sara Tosti, Rossella D’Andrea, Deng Xueying, Tsang Wei Min. Italia 2013; col.; 83 min.

Trentenni allo sbaraglio. E senza prospettive. Nell’Italia di oggi. Altro che pensione! Chi vuol fare l’attore ma la chiamata non arriva, chi si arrangia come pusher (ma lui precisa: “rivenditore al dettaglio”) per la mala cinese, chi ancora studia ma è tempo di passare oltre e magari fare un figlio, chi non può non vivere che a carico della nonna che vede la Madonna, chi infine davvero lavora (almeno per ora) come fisioterapista. Sono i protagonisti messi a fuoco dall’esordiente trentenne Ciro De Caro che racconta il mondo dei suoi coetanei in modo realistico, a cominciare dagli ambienti e dalla descrizione della realtà di disoccupati, umiliati e apatici, fra immobilismo sognatore e bieco pragmatismo. Una commedia divertente, puntuale, fresca di contenuti e in presa diretta sul mondo, attenta e ben curata nei dettagli, un montaggio intelligente e funzionale alla narrazione (scattante e riflessiva al tempo stesso), una non scontata “sensibilità al femminile” ma soprattutto baciata dal tocco dell’emergenza creativa, quella di cui a volte ci vantiamo, che in questo caso riesce a fare un film con 15mila euro (o poco più) e neanche due settimane di riprese. “Nel cinema generazionale in genere vedo precari che hanno un loft o una Mini - dice De Caro- che non corrispondono alla verità. I miei personaggi sono precari visti da un precario. Ho raccolto i racconti di amici cercando di inquadrare la verità di una generazione, la mia, la solitudine, l’incertezza del futuro”. Che nel finale si stempera in una raggio di cambiamento. Quanto realistico e realizzabile difficile dire. Perché De Caro ci fa ridere (i tempi comici dei suoi attori sono perfetti) ma amaramente. Come nella migliore commedia all’italiana che fu.

1

.

- Anémic -

Piazza Rapisardi, 6 - 50019 Sesto Fiorentino (Firenze)
c/o Unione Operaia di Colonnata
www.anemic.it - infocinema@anemic.it



.


Allegati: INVITO-29maggio-spaghetti-story.pdf